Politica & Attualità

ASSISTENTE CIVICO? NULLA A CHE VEDERE CON LA LIBERTA’ DI DIFESA DEL TERRITORIO

 

di Marco Tuccillo

In queste ore si sente molto parlare di “assistenti civici“, l’idea del ministro Boccia per monitorare gli italiani che non seguono le norme del governo filocinese di Conte. Gli assistenti civici non sarebbero altro che una sorta di esercito di spioni, degni della peggior cloaca di una società “rossa”, nella quale si sentiranno in diritto di porsi nei confronti dei liberi cittadini con la presunzione di decidere cosa è giusto e cosa non lo è.

Per giunta questo nuovo corpo civico (che ancora non ha il via libera dalla maggioranza in quanto vi sono opinioni fortemente discordanti) viene pagato con i soldi dei contribuenti e andrà a canalizzare, tra le adesioni, la gran parte dei percettori del reddito di cittadinanza, gli stessi che non sono stati utilizzati per il nobilissimo lavoro nell’agricoltura perché apparirebbe come una deriva “schiavista” e “fascista”…banale no?

Strano come tra i sostenitori di questi “assistenti alla spia” vi siano proprio i sinistrorsi che negli anni hanno condannato i border patrol di alcuni stati (cittadini impegnati nella lotta all’immigrazione clandestina) oppure ai residenti attivi nei propri quartieri per limitare l’imbarbarimento delle proprie strade a causa della violenza degli immigrati, spacciatori e criminali di vario genere. Per quanto riguarda gli ultimi due modelli citati, border patrol e cittadini in difesa dei propri quartieri, noi siamo fortemente favorevoli in quanto entrambi non vanno a minare le libertà di un cittadino bensì a limitare dei fenomeni che comportano reali e gravi problematiche sul suolo nazionale e infine non sono pagati con soldi dei cittadini.

Il paradosso, a conti fatti, è che avremo probabilmente dei kapò anti-italiani che andranno in giro in giubbotto catarifrangente a giocare nel ruolo di “Dred: la legge sono io” ma i nostri confini continueranno ad essere invisibili e i nostri quartieri sempre meno sicuri. Auspichiamo che l’ennesima e fallimentare deriva burocratica e spendacciona, oltre che liberticida, degli assistenti civici venga bocciata e rispedita al mittente -Boccia- senza tanti problemi.