Letteratura

“Una nazione” – Simone di Stefano accusa l’Unione Europea.

Di Jean Becciu.

Dopo il precedente “Io sono matteo Salvini” la casa editrice Altaforte edizioni torna a pubblicare una nuova intervista ad uno dei leader nazionali del sovranismo italiano.
Simone Di Stefano.
Valerio Benedetti, intervistatore del leader di CasaPound Italia, ci racconta attraverso questo libro la visione futura, ma ancora più importante la visione dell’oggi, che un sovranista dovrebbe avere per risollevare la nazione.
Il leader della tartaruga frecciata ci parla nel suo libro di soluzioni economiche per affrontare la crisi imminente che colpirà la nostra nazione dando soluzioni concrete e di non impossibile realizzazione.
Ma cosa più importante traccia la linea di quello che oggi un sovranista, indifferentemente dal partito o movimento di appartenenza, dovrebbe essere.
Perché – ahimè – non c’è verità più grande se non quella di dire che oggi il sovranismo italiano non ha forma. È un bambino che ancora deve trovare i suoi “idoli” e scegliere le proprie radici politiche e storiche soprattutto.
Non dice cosa inesatta quando parla dei sovranisti come dei populisti che devo istruirsi.
Che devono trovare un punti saldi sui quali lavorare e portare avanti ad oltranza senza essere troppo fluidi sui vari argomenti.
Uno su tutti è il ritorno alla moneta sovrana.
Punto sul quale Di Stefano non transige e senza il quale non si può parlare realmente di Sovranismo.
Quindi il mio invito è a tutti quegli individui che si sentono e vogliono essere sovranisti.
Acquistate il libro, leggetelo e prendere una direzione.
Indifferente sara il movimento o il partito all’interno del quale lo farete.
Ma iniziate a costruirvi un etica ed una cultura.
Trasformatevi in militia.
Solo così potrete contribuire alla rivoluzione nazionale e sovranista di questa nostra povera patria martoriata.