• Politica & Attualità

    NOSTALGISMO E BECERISMO: PRODOTTO DEGLI UTILI IDIOTI DI TURNO

      Il nostalgismo e il becerismo, di qualsiasi “estremismo” politico, rappresentano il prodotto finito degli utili idioti di turno sempre pronti a sentirsi rivoluzionari quando, in realtà, sono delle macchiette non considerate minimamente dal popolo. Nel 2020 è possibile assurgere, ancora, a tesi del tutto sconclusionate e anacronistiche? Assolutamente no e la dicotomia fascismo/antifascismo diviene ancora una volta il punto focale di questo articolo. Infatti, abbiamo da una parte teste rasate, svastiche e magliette del Duce contro rincitrulliti colmi di piercing (in ogni angolo del corpo), con stracci addosso e chissà che altro…insomma sembra il derby del carnevale e invece no…tale fenomenologia rappresenta ancora, seppur in minima parte, un orribile…

  • Cinema

    RECENSIONE FILM “1917”

    1917 è il nuovo film di Sam Mendes, uscito nelle sale italiane il 23 gennaio del 2020. Questa pellicola ha ricevuto parecchie candidature agli Oscar, vicendone 3 (effetti speciali, sonoro e fotografia). L’ambientazione del film è tra le fangose trincee britanniche, che vede in contrapposizione tedeschi e inglesi. Proprio tra le fila di questi ultimi, due caporali hanno il compito di dover mandare un messaggio di importanza storica del generale, dovendo attraversare in largo tutto il confine, alla seconda linea di divisione. Ce la faranno? Mediante un unico grandioso piano in sequenza, Sam Mendes riesce a realizzare un capolavoro tecnico che immerge totalmente lo spettatore nella narrazione. Gli effetti fotografici…

  • Politica & Attualità

    Proiettato il film “Red Land – Rosso d’Istria” in una scuola di Napoli.

      RED LAND PROIETTATO ALL’ ISTITUTO ALFONSO CASANOVA DI NAPOLI. Il giorno 10 febbraio, in ricorrenza col giorno della memoria per le Foibe, è stato proiettato all’istituto Alfonso Casanova il film Red-Land (Rosso Istria). L’evento organizzato dal rappresentante d’istituto con il sostegno dell’associazione culturale “Il Burbero” ha visto una grande partecipazione da parte di alunni e docenti che incuriositi dalla tematica non largamente conosciuta hanno visionato il film per poi rispondere ad un questionario consegnatogli dal rappresentante dov’erano scritte delle domande inerenti al film e all’evento storico. Al termine della proiezione si è aperto un interessante dibattito tra docenti, alunni e rappresentanti che ha permesso l’accrescere della conoscenza e consapevolezza…

  • Storia

    FOIBE, IN RICORDO.

    IO NON SCORDO Il 10 febbraio si commemora il massacro delle foibe, avvenuto nell’immediato secondo dopoguerra, che da decenni divide il panorama della politica italiana. Si stima che circa 16 000 persone, o meglio 16 000 italiani siano state vittime del massacro delle foibe, avvenuto immediatamente dopo il 1945. Ma cosa sono queste “foibe”? Vengono chiamate così ma non sono nient’altro che profonde fosse comuni, cavità naturali del terreno o umidi cunicoli. Sono state il luogo dell’eccidio avvenuto per mano dei partigiani jugoslavi nelle città di Istria, Fiume e Dalmazia. Penserete voi, cosa può aver scatenato nelle anime di queste persone da far scattare in loro questa sanguinosa decisione di…

  • Cinema

    È morto Kirk Douglas, l’attore che interpretò Spartacus.

    Poche ore fa ci ha lasciato il grande Kirk Douglas, aveva ben 103 anni. A dare la triste notizia sono stati il figlio Micheal Douglas e i suoi fratelli. Kirk è stato uno dei primi grandi attori storici Hollywoodiani, e anche l’ultimo a morire. La carriera cinematografica del grande attore è iniziata nel 1946 con il film Lo strano amore di Marta Ivers, regia di Lewis Milestone, ma la maggior parte di noi lo ricordano per un importante colossal del 1960 girato dal celebre Stanley Kubrick: Spartacus, dove il 44enne Douglas – ai tempi – recitò proprio il ruolo di protagonista. Come non ricordarlo anche nella pellicola Ulisse, del 1954,…

  • Storia

    Robert Brasillach: “È una vergogna” “È un onore!”

    “È UNA VERGOGNA” “È UN ONORE” 75 anni fa veniva fucilato Robert Brasillach, per la sola colpa d’aver difeso le sue idee. Il giornalista francese, nato a Perpignano nel 1909, dopo essersi distinto come critico letterario e cinematografico, nel 1931 approdò negli uffici del giornale “Je suis partout”, di cui divenne caporedattore nel 1937. Durante la sua direzione il quotidiano assunse posizioni sempre più convintamente vicine alla Destra e ai fascismi che si andavano propagando in Europa. Dopo nove anni trascorsi occupandosi di attività intellettuali e giornalistiche, nel 1940 venne chiamato alle armi dalla Patria e la rivista sospese le pubblicazioni. Robert Brasillach cadde prigioniero dei tedeschi e fu rinchiuso…

  • Politica & Attualità

    Il massacro dei militari della Marina militare

    Il massacro dei militari della Marina Italiana “I colpevoli devono pagare”. È una nube nera, tossica, mortale, quella che copre la Marina Militare italiana, che ha portato alla morte più di 2 mila persone, marinai che hanno servito lo Stato nelle unità navali e nelle attività degli arsenali, intrisi di amianto. 570 casi di mesotelioma, più di 1000 decessi per tumore polmonare, altri 500 morti per le altre patologie asbesto correlate, dai mesoteliomi ai tumori della laringe e della faringe, del colon e di altri organi di bersaglio. La Corte di Cassazione ha annullato per la seconda volta le assoluzioni degli ammiragli, che sapevano a quali pericoli fossero esposti i loro sottoposti e non hanno agito…

  • Politica & Attualità

    Socialismo Tricolore: storia di un progetto che può tornare in auge.

    SOCIALISMO TRICOLORE: STORIA DI UN PROGETTO MANCATO CHE PUO’ TORNARE IN AUGE di Marco Tuccillo Il socialismo tricolore rappresenta ad oggi una visione sociale, nazionale e identitaria che potrebbe riconquistare l’avvenire dell’interesse nazionale nell’organicità di una patria rigorosamente comunitaria e solidale. Il socialismo nazionale, inoltre, non ha nulla a che fare con il nazionalsocialismo tedesco, in quanto il primo affonda le sue origini nella sinistra rivoluzionaria in generale (anche giacobina) mentre il secondo negli ambienti reazionari e più vicini alla concezione dell’estrema destra conservatrice e improntata sull’etica razziale di superiorità. Le origini di tale fenomenologia ideologica affonda le le proprie radici agli inizi del ‘900, nella quale Enrico Corradini cominciò…

  • Politica & Attualità

    Crisi dell’industria e cogestione di fabbrica.

    Si fa risalire agli anni ’70 del secolo breve, con la crisi petrolifera, la fine di quella fase di espansione economica che aveva interessato i Paesi del mondo occidentale. Entrava in crisi un processo che aveva visto una accelerazione senza precedenti dei tassi di sviluppo industriale, e si apriva invece una fase caratterizzata da un ridimensionamento del settore produttivo. Ridimensionamento che ha colpito intere aree industriali soprattutto dei paesi occidentali, poiché un vero e proprio declino dell’industria su dimensione globale non si è avuto, essendoci stata nei Paesi asiatici una crescita senza precedenti. Molti importanti teorici hanno affermato che la deindustrializzazione e l’industrializzazione sono il frutto di una medesima storia,…

  • Sport

    ULTRAS ITALIA: oltre i campanilismi e lo show business.

      ULTRAS ITALIA oltre i campanilismi e lo show business. Che il calcio sia l’oppio dei popoli è cosa oramai risaputa e veritiera, ma lo sport più bello del mondo a queste latitudini ha un sapore ed un valore diverso. La passione calcistica è senza dubbio una pianta radicata nei nostri cuori che spesso distoglie l’attenzione da problemi sociali, avvenimenti catastrofici o peggio ancora al fottuto ritorno del partito democratico. Purtroppo per noi altri, che ce ne straffotiamo, lo amiamo, lo difendiamo e guai a togliercelo. L’attaccamento alle proprie radici è cosa sacrosanta, fisiologico ed il calcio spesso è considerato ormai l’ultimo baluardo di coloro che ancora credono che difendere…